IL TRIONFO DEL WHISKY GIAPPONESE

IL TRIONFO DEL WHISKY GIAPPONESE

Quando l’eccellenza supera i confini.

 

Se sei appassionato di Whisky, lo sai: negli ultimi anni, i Whisky giapponesi sono considerati superiori ai competitor scozzesi o statunitensi. Nel 2014 è stato un whisky giapponese, il Suntory Yamazaki Single Malt Sherry Cask 2013, ad aggiudicarsi – per la prima volta dopo 12 anni –  il podio della World Whiskey Bible

Ma non si tratta di un caso isolato: già nel 2001 il Nikka Yochi Single Malt era stato incoronato “Best of the Best” nel corso dei Whisky Magazine’s Awards. E la storia continua.

Corsi d’acqua e condizioni climatiche, in Giappone, favoriscono processi di fermentazione e di invecchiamento: pur non vantando radici antiche, la produzione di whisky giapponese riscuote continui e crescenti successi, tanto che il whisky giapponese si è affermato oggi come uno dei migliori distillati al mondo.



Shiso Restaurant ne ha selezionati due: 

SUNTORY OLD WHISKY alcol 40% vol

 

Si tratta di un Whisky di colore oro antico, con riflessi ambrati. L’aroma è gradevole e intenso, di cereali, con note di torba e spezie. Il gusto equilibrato offre sentori di affumicato e note fruttate. 

 

KIRIN FUJI SANTOKU WHISKY BLENDED 50% vol

 

Questo Whisky è prodotto a Gotemba dalla distilleria Fujii Gotemba dal 1973; il nome Fuji Sanroku significa “ai piedi del monte Fuji” e definisce un blended inizialmente destinato unicamente al mercato giapponese.

Si tratta di un mix di whisky di grano e single malt, esaltati dal contatto con l’aria. Sentori di strudel di mele, pera fritta e vaniglia, garantiscono un gusto speziato ma ben equilibrato dai fiori di frutta. Cremosità persistente.

 

SCARICA MENU

Condividi con i tuoi amici